CLUB TICINO VEGANO – Piaceretica


Gruppo vegan

della Svizzera di lingua italiana

 

 

 

 

Il Club Ticino Vegano – Piaceretica è nato il 13 maggio 2013 allo scopo di riunire la popolazione vegana presente nel Cantone e di promuovere attività ed eventi atti a divulgare la cultura vegana presso la popolazione, i mass media, le istituzioni pubbliche e private, il settore commerciale principalmente alimentare e quello della ristorazione e del turismo. Il Club è apartitico, apolitico, aconfessionale. È aperto anche a simpatizzanti, siano essi vegetariani o onnivori, nella sezione “Amici dei Vegani”….

 

Vegan deriva dalla denominazione Veganism stabilita nel 1944 da una importante associazione vegetariana in Inghilterra, per distinguere dai vegetariani coloro, tra i loro membri, che rifiutavano qualunque derivato animale.

 

Le persone che hanno definitivamente scelto un’alimentazione completamente vegetale sono definite Vegane.

 

La ragione etica del veganismo implica in primo luogo il rifiuto dell’uccisione e dello sfruttamento a qualsiasi titolo degli Animali. La consapevolezza della sacralità e dignità della vita animale impone un pensiero antispecista in difesa di tutti gli animali, nessuna specie esclusa.

Ciò comporta di conseguenza un’alimentazione che – seppur gustosa, ricca e completa – sia completamente vegetale, esente da qualsiasi derivato animale - corpi, prodotti caseari (latte, burro, formaggi e tutti gli altri latticini), uova, miele. Ciò sia quando si presentano in forma palese sia quando contenuti in preparati apparentemente neutri come è nel caso di alcuni pani e piadine (strutto), liquori rossi (cocciniglia), dolciumi (gelatine animali) caffè ginseng (latte, uovo) solo per citare alcuni esempi. Il rifiuto di cibarsi causando sofferenza agli Animali produce una scelta alimentare definibile “non violenta”.

Il veganismo comporta altresì la volontà di seguire un pensiero e un atteggiamento non violento in generale.

Per ragioni etiche e di eco-compatibilità il Club Ticino Vegano propugna una alimentazione innocente e tendenzialmente crudista, cioè un cibo VIVO basato su prodotti tradizionali e locali.

E questo senza mortificare il gusto, all’insegna del piacere dell’etica.

 

 

 Quante sono le persone vegane

 

nella Svizzera italiana?

 

 

CONTIAMOci!

 


 

Allo stato attuale non si conosce il numero dei vegani nel mondo. I vegetariani nel mondo sono in continua crescita e si parlerà tra pochissimi anni di un mercato non più di nicchia.

E in Svizzera si presume siano circa il 5 % della popolazione. Ma i vegani quanti sono? Nessun lo sa.

Noi, almeno in Canton Ticino, vogliamo iniziare a contarci e… contare!

Sei tra queste persone?

 

Sei invitata/invitato ad annunciarti al Club Ticino Vegano e…

Che abbia inizio la conta!

 

Annunciarsi QUI molte grazie e a presto.

Il vostro Club Ticino Vegano

 

 

 

 


Max Molteni, direzione ATRA organizzatrice della Conferenza sull'alimentazione Vegan
Max Molteni, direzione ATRA organizzatrice della Conferenza sull'alimentazione Vegan

conferenza sull’alimentazione vegan

D O M E N I C A   21  A P R I LE 2013

a Tisana, la Fiera del benessere e dell’alimentazione naturale

(Centro esposizioni – Lugano) 


L’impatto delle nostre scelte alimentari su di noi e gli altri animali, la società, l’ambiente”


(ore 13.00 Sala Verde)

Relatori :

Dott.ssa Monia Farina, biologa e naturopata, consulente in cosmesi naturale


Dott. Massimo Tettamanti, chimico ambientale, consulente scientifico ATRA, resp. Nutrition Ecology International Center

Vi aspettiamo numerosi!!
Team ATRA – Associazione svizzera abolizione vivisezione

In questo incontro si mostrerà come le nostre scelte alimentari influiscono sul consumo di acqua, di energia, sull'uso di sostanze chimiche e sul disboscamento delle foreste pluviali, e cosa sia possibile fare per ridurre i danni.
Le scelte alimentari influiscono pesantemente anche sulla nostra salute, lo si sa già da secoli, da quando il padre della medicina, Ippocrate, sentenziò "Fa' che la medicina sia il tuo cibo e il cibo la tua medicina.".

L'alimentazione può davvero essere la nostra prima fonte di salute o malattia. Tutto quello che introduciamo nel nostro corpo diventa, letteralmente, parte di noi: è dal cibo che il nostro corpo ricava i “mattoni” per ricostruirsi ogni giorno. Per questo è indispensabile che siano buoni e sani i "mattoni" che vanno a costituire le nostre "parti di ricambio". Vedremo come fare per mantenersi in salute, prima ancora che "in linea".


 

(Stand a Tisana No. 526 / Padiglione Vitalità)

 http://www.atra.info


 http://www.facebook.com/pages/ATRA-Diritti-Animali/266461440065582

 

 Per informazioni: infoatra@bluemail.ch / tel. 0041 91 9701945

 

 

 


 

Ingrandisci l'immagine
Ingrandisci l'immagine

27 aprile: 1° CONCORSO INTERNAZIONALE DI TRUCCO ARTISTICO

DELLA SVIZZERA ITALIANA


(proposto dalla nota casa di cosmetici dr. Gabriella Hunger Ricci che da sempre crea prodotti NON TESTATI SU ANIMALI)

 

 

Gentilino – In vista del 1° Concorso Internazionale di Trucco, Hans Hunger, direttore della Scuola internazionale di Estetica e Cosmetologia dr. Gabriella Hunger Ricci, spiega alcuni dettagli su questo importante evento:

«Il 27 aprile, presso l'incantevole cornice dell’Hotel Villa Sassa a Lugano (www.villasassa.ch) si svolge il 1° Concorso Internazionale di Trucco Artistico della Svizzera Italiana. Questo

concorso, a vocazione internazionale, si rivolge a make up artist formati e in formazione

selezionati fra le migliori scuole nazionali e internazionali, con l’intento di proporre un

confronto che possa esser foriero di apprendimento. Sono stati anche coinvolti stilisti

emergenti che hanno deciso di farsi coinvolgere in questo speciale progetto

mettendo a disposizione i loro abiti abbinati ai temi del concorso. I temi del concorso sono

Mitologia, Sposa Fantasy e Trucco Moda Glamour Sofisticato. I premi hanno un valore

complessivo di oltre 3000 Frs. Per iscriversi è sufficiente farne richiesta in segreteria entro il

15 aprile. Ulteriori informazioni sono ottenibili all’indirizzo www.hunger-riccisa.ch».

Cos’è il trucco artistico? Lo insegnate nella vostra scuola?

«Il corso di Trucco Artistico Fotografico e Cinematografico è un nuovo Corso Professionale

che è stato pensato per fornire ai fotografi un personale altamente professionale in grado di

soddisfare tutte le esigenze di uno studio fotografico, La male up artista deve essere in grado

di sapersi organizzare indipendentemente per una sfilata per una uscita improvvisa con le

modelle in esterni (si insegna anche l'acconciatura) e deve sapere gli elementi essenziali per

poter rispondere anche alle esigenze del cinema, della televisione e del teatro. Per rendere

l’offerta formativa della nostra scuola ancor più completa abbiamo poi organizzato un corso

professionale di fotografia (con post produzione) e di portamento».

Quanto dura questo corso?

«Il corso ha la durata di un anno, tutti i lunedì dalle 9.30 alle 17.30. Inizia il 2° lunedì di ottobre e termina alle fine di luglio con gli esami di fine anno nei quali le candidate e i candidati sonotenuti a realizzare un trucco sofisticato a loro scelta, curando ogni dettaglio, scrivendo anche

una relazione che giustifica la loro scelta. Al termine vengono date le foto migliori dei lavori

realizzati durante l’anno per creare il proprio book fotografico».

Sono comprese materie come il “camouflage”o “trucco d’epoca” di che si tratta?

«Il corso è completo, non solo camouflage o trucco d'epoca ma anche effetti speciali, body art, acconciatura, fotografia, consulenza d'immagine, storia dei tessuti, ecc. L'idea di insegnare il trucco d'epoca nasce dall'esigenza che hanno talvolta le agenzie pubblicitarie di foto realizzate in contesti particolari ma ambientate in altri tempi. Per ottenere questo si trucca la modella con elementi che ricalcano gli abiti, le acconciature e alcuni specifici colori di un determinato periodo storico. Le fonti sono spesso immagini o descrizioni letterarie di quel dato periodo».

La Scuola propone stage formativi: come e dove avvengono?

«Il corso offre stage formativi durante l'anno in occasione di sfilate, concorsi di bellezza, eventi legati al teatro. Gli stage aiutano a velocizzare con la pratica le materie apprese. Gli stage offrono sempre una occasione formativa attraverso la pratica nonché attestazioni che possono essere utili quando ci si presenta presso un nuovo posto di lavoro».

Quali sbocchi professionali offrono il corso e lo stage?

«Le make up artist possono lavorare con i fotografi a livello nazionale e internazionale. È

sottinteso che la conoscenza di almeno un lingua diversa dall'italiano può essere molto utile.

Le corsiste che hanno frequentato il nostro corso hanno tutte trovato un impiego, presso centri commerciali (fornendo consigli di trucco), negozi di estetica, fotografi e alcune realtà legate al teatro e al cinema».

 

 

pubblicato su Piaceretica Goodlyswiss il 20 marzo 3013

 

 

 

 

Stäfa, 7. aprile 2013

 

LA MESSA IN SCENA DELLA LUCE NON SI FERMA DI FRONTE ALLE ALPI

 

Un preoccupante aumento della luce nelle Alpi

 

 

Il Pilatus è l’unica montagna svizzera che beneficia di una autorizzazione per l’illuminazione.

Nel 1997 il Tribunale Federale ha emanato un’autorizzazione permanente che permette una parziale l’illuminazione di questa cima. Tutte le altre cime sono espressamente escluse.

Purtroppo, però, le emissioni di luce nelle Alpi sono in crescita. Ciò è dovuto principalmente all'aumento di piste da sci attrezzate di potenti luci che ne permettono l’uso notturno. Oltre tutto, gli impianti di innevamento artificiale sono anch’essi equipaggiati di un’illuminazione.

Durante il 2012, in occasione del 100° anniversario della costruzione della linea ferroviaria della Jungfrau, è stata illuminata una grande area della montagna. Inoltre, anche l’aumento del turismo nelle regioni di montagna incrementa l’inquinamento luminoso. Questi luoghi sono spesso in prossimità di aree protette che beneficiano ancora del buio naturale (come il Parco Nazionale, gli oggetti appartenenti all’Inventario Federale dei Paesaggi, i siti e i monumenti naturali d'importanza nazionale, gli oggetti iscritti al patrimonio mondiale dell’Unesco).

 

Le riprese satellitari notturne della Svizzera, registrate dalla NASA durante le notti prive di nubi, in aprile (nove notti) e ottobre (13 notti) 2012, rilevano le regioni che hanno un elevato inquinamento luminoso (chiamate hotspot).

 

Il centro della Valle del Rodano è luminoso come Losanna, Ginevra come anche Zurigo nord

 

L’hotspot di Martigny è luminoso come quello di Losanna, Ginevra o Zurigo nord. 

Martigny si trova nella Valle del Rodano, nel Canton Vallese, in mezzo alle montagne e ha 16’000 abitanti. Il punto più luminoso di Martigny supera persino il punto più luminoso della città di Basilea. La fonte principale di luce è stata identificata nel centro sportivo Stade d'Octodure.

 

Nel 2012, alcuni cantieri nelle Alpi sono risultati luminosi come gli hotspot di Vevey, Montana, Thun, Oftringen, Uster o Sciaffusa

 

Axpo lavora da tre anni ininterrottamente alle condotte forzate e stagionalmente alle dighe del Muttsee (stazione di pompaggio di Limmern) nel Canton Glarona. Apparentemente, l’impresa presta poca attenzione alle emissioni luminose nelle regioni montane. Questo sembra contraddire le loro direttive sulla protezione dell’ambiente e mostra in modo esemplare come la luce artificiale venga utilizzata in modo sconsiderato. In questo caso, sono certamente i proiettori installati sulle gru le principali fonti di emissioni inquinanti. A priori, l’illuminazione non è stata installata seguendo le regole dell’arte, è mal schermata, come pure la luminanza è sovradimensionata.

 

La messa in scena della luce non si ferma di fronte alle Alpi

 

Per il suo 150° anniversario, il Club Alpino Svizzero (CAS) lascerà mettere in scena l’illuminazione di 25 delle sue capanne da un artista della luce. Il progetto prevede l’uso di luce bianca calda e si limiterà all’illuminazione di una unica capanna per notte, unicamente durante il crepuscolo.

Tuttavia, resta una preoccupazione presso Dark-Sky Switzerland. E’ vero che l’installazione temporanea rappresenta un problema limitato per l’ambiente, ma la diffusione mediatica delle immagini (ad es. YouTube) porterà sempre più organizzatori all’idea di realizzare installazioni luminose in qualsiasi luogo. E non tutti si comporteranno in modo così rispettoso nei confronti dell’ambiente come l’esempio del CAS, che ha voluto che il trasporto dell’intero equipaggiamento avvenisse senza elicotteri.

 

In generale, la messa in scena attraverso la luce dovrebbe restare un’eccezione anche per i numerosi castelli.

Tali installazioni, come nel caso del monte Pilatus, godrebbero di maggiore attenzione proprio grazie alla loro rarità e produrrebbero così anche le desiderate conseguenze positive sul turismo. Inoltre ci sarebbero anche alcuni graditi effetti collaterali, come il risparmio energetico nelle notti senza illuminazione, il rispetto nei confronti degli animali selvatici, degli uccelli migratori e degli ecosistemi ancora intatti.

 

Anita Wyss, della Fondazione Svizzera per la Tutela del Paesaggio, ha affermato recentemente nella rivista per il benessere e la sostenibilità Vivai der Migros: «Quest’illuminazione artificiale è snaturalizzata, sciocca e sottrae all’oscurità naturale del paesaggio la sua forza mistica».

 

pubblicato su goodlyswiss piaceretica il 12 04 2013

 

 

 

 

Annamaria Lorefice e Roberto Bosia: "A tavola con la Vegana"
Annamaria Lorefice e Roberto Bosia: "A tavola con la Vegana"

Lugano 2 dicembre – LUGANO - IERI al Canvetto Luganese SI È TENUTA LA CONFERENZA STAMPA NELLA QUALE ROBERTO BOSIA TITOLARE DI UNO DEI PIÙ IMPORTANTI PORTALI DEL CANTON TICINO HA PRESENTATO LA RUBRICA IDEATA E CURATA DALLA GIORNALISTA VEGAN ANNAMARIA LOREFICE: "A TAVOLA CON LA VEGANA".

 


UNA RUBRICA RIVOLTA AI RISTORATORI E AI CLIENTI PER PROMUOVERE PIATTI COMPLETAMENTE VEGETALI, SANI E GUSTOSI PER OGNI PALATO.

 

UN CONCETTO SOSTENUTO FIN DA SUBITO CON ENTUSIASMO DA ROBERTO BOSIA CHE COINVOLGERÀ I RISTORATORI DEL CANTON TICINO.


LA RUBRICA "A TAVOLA CON LA VEGANA" SARÀ LEGGIBILE SU WWW.CH-TI.CH E GOODLYSWISS by PIACERETICA 

 

 

 

 


 

Un buon panettone vegan! Foto da veganswiss.over.blog
Un buon panettone vegan! Foto da veganswiss.over.blog

Il natale significa amore, comprensione, bontà? Così viene insegnato. E allora perché non lo facciamo così il natale 2011? Forza, facciamolo così anche a tavola!

Un piccolo passo goloso nella direzione giusta. Godiamo tutti e godiamo meglio quando è cruelty free...

 

PER UN "VERO" NATALE D'AMORE

 

PANETTONI VEGAN PER TUTTI!

 

[AgireOra] [NOTIZIA] Panettoni vegan disponibili!

2 dicembre 2011

 

Ciao a tutti,

 

annunciamo con piacere che in extremis siamo riusciti ad avere dei panettoni vegan, che saranno da domani disponibili sul sito di AgireOra Edizioni!

Non potranno essere spediti prima di giovedì 8, ma intanto l'ordine si potrà fare.

 

Alle persone che in questi giorni ci hanno chiesto se i panettoni sarebbero stati disponibili, e abbiamo dovuto rispondere di no... ora diciamo che, invece sì, sono disponbili!

 

Garantiamo che l'azienda che li produce NON è tra quelle con bollino VeganOK, e che i panettoni sono molto buoni, quindi... buon appetito!

 

Saranno disponibili sia i panettoni classici, in formato da 600 grammi (costo: 8 euro), che quelli "mignon", da 100 grammi ciascuno (costo: 2 euro). Come al solito, il ricavato andrà a sostenere le iniziative animaliste di AgireOra.

 

Grazie a tutti,

AgireOra Network

 

www.agireora.org 

 


 

11.11.11 OPEN DAY CH-TI.CH, UN CASO O UNA OPPORTUNITÀ ...

 

IL GRANDE EVENTO DELLA TESTATA ON LINEwww.ch-ti.ch

Notizie positive e propositive

 

Roberto Bosia titolare nel sito www.ch-ti.ch si prepara per il gran festeggiamento dell' 11 novembre 2011, per il primo lustro di attività nel settore del giornalismo online.

Come spiega Bosia:«Rispetto l'inizio, correva il 11 aprile 2006 molte cose si sono evolute e si sono adattate. Abbiamo cambiato vestito grafico e vestito mentale, siamo entrati di fatto nel tessuto sociale dei media cantonticinesi e siamo contattati da parecchi enti e associazioni per cercare di dare loro una mano nell'ambito della promozione e comunicazione. Tante persone belle abbiamo incontrato e pensiamo che sia giusto creare un evento unico, annuale, per far interagire tutti i nostri sponsor e chi ci ha aiutato a divenire il vostro media preferenziale...

Leggi tutto su www.ch-ti.ch


Alcuni dettagli:

 

Il programma di massima della serata che si svolgerà a Faido, presso la sala del Consiglio Comunale: (ore 18'00 - ore 18'45)

Introduzione da parte del coordinatore del portale (R.Bosia) 

Il programma di massima della serata che si svolgerà a Faido, presso la sala del Consiglio Comunale: (ore 18'00 - ore 18'45)

 

Introduzione da parte del coordinatore del portale (R.Bosia)


Saluto del sindaco o suo rappresentante ai presenti

Un sorriso per la FTIA ... (progetto FTIA-ETC-Consel in comune), presenta Daphne Settimo, FTIA

Progetto Here Yes Veg, presentato dalla giornalista AM Lorefice

Eventi: BimBom, la città dei bambini aprile 2012, presenta Alexandra Sovic, resp. progetto

Un Vademecum Turistico per la Media Leventina, presenta l'ideatore e promotore

Presentazione di Q-lip da parte del suo ideatore

Un premio speciale a ....


Finita la parte ufficiale sarà offerto a tutti i presenti un buon Vin Brûlé accompagnato da una squsitezza gastronomica !!

Per i nostri invitati (sponsor ed ospiti con invito personale) la serata proseguirà presso l'Albergo Faido dove potremo discutere amichevolmente di tutte le tematiche che potrebbero interessarvi.

 


Leggi tutto su www.ch-ti.ch

 

 

 

 

 

AlimenTIamo, al 100% vegetale nel comune di Muzzano
AlimenTIamo, al 100% vegetale nel comune di Muzzano

 

 

SVIZZERA ITALIANA - Iniziato un importante progetto di alimentazione 100% vegetale

 

AlimenTIamo MUZZANO COMUNE PILOTA!

 

 

Vi segnaliamo il progetto pilota "AlimenTIamo'' proposto, preparato e sviluppato in collaborazione con il Comune di Muzzano (Svizzera) 
Il progetto è articolato sull'arco di un anno e prevede:

L' abicibario (intro all'alimentazione vegetale) e il ricettario (buonissime ricette per tutto l'anno anche presentate con titoli insoliti)  100% vegetale, preparato e redatto da IniziativeGea per essere inserito nello sportello informatico del Comune.

Un pasto vegetariano alla settimana nelle due mense del Comune.

Una mostra sull'alimentazione ecologica e naturale adatti agli adulti e alle scuole.

Un corso di cucina teorico-pratico.


Sono previste anche altre iniziative nel corso dell'anno...


Per l’occasione, venerdì 21 ottobre 2011 alle 18.30, si terrà nella Sala multiuso del Comune di Muzzano, un "Aperitivo in chiacchiere" offerto alla popolazione e a tutti gli interessati.
Saranno presenti oltre alle Autorità, la dottoressa Michela De Petris, medico chirurgo e specialista in scienza dell’alimentazione, Silvia Finali responsabile di IniziativeGea, Isabella Lischetti consulente alimentare per le mense delle scuole dell’infanzie e delle elementari ed il responsabile del progetto, Sindaco Oliver Korch.

 

Con i migliori saluti

IniziativeGea



"sii tu stesso il cambiamento che vorresti vedere avvenire nel mondo" (Gandhi)

"sii tu stesso il cambiamento che vorresti vedere avvenire nel mondo" (Gandhi)

 

seguici in Facebook

https://www.facebook.com/pages/IniziativeGea/170465352987335?sk=wall

 

Muzzano comune pilota per dieta vergetale
muzzano-comune-pilota-per-un-alimentazio
Formato JPG 12.7 KB

 

 

 

INAUGURATA UNA NUOVA SCUOLA SVIZZERA IN ITALIA, NEL COMASCO

 

PERSONALITÀ ISTITUZIONALI SVIZZERE E ITALIANE PRESENTI ALLA CERIMONIA


Nel mondo intero le scuole svizzere all’estero si occupano della formazione di 6'500 bambini, di cui solo un quarto sono svizzeri


Caslino di Cadorago (Como) - La Scuola Svizzera di Milano, con alla testa il presidente Robert Engeler, ha inaugurato ufficialmente la sua sede “fuori le mura” con i locali occupati a Caslino di Cadorago, in provincia di Como.

Quarantuno allievi hanno iniziato la loro formazione in una sezione di scuola materna e in una classe di prima elementare. Aprendo la breve cerimonia Engeler ha ringraziato i numerosi convenuti, i colleghi del Consiglio della scuola, il comune di Cadorago, gli architetti, ingegneri e impresari che hanno eseguito l’opera.

Ha poi tracciato una breve storia dei rapporti ufficiali tra Svizzera e Italia, iniziati con un trattato di libera circolazione nel 1868, poi esteso all’Unione Europea nel 2001.

A rappresentare il Consiglio federale era presente la cancelliera della Confederazione Corina Casanova, che ha ricordato gli sviluppi delle scuole svizzere all’estero, e particolarmente in Italia, poi ridotte per motivi finanziari. Ultimamente queste scuole sono in ripresa, nonostante che Berna non partecipi più alle costruzioni. Nel mondo intero si occupano della formazione di 6'500 bambini, di cui solo un quarto svizzeri.

Il consigliere agli Stati Filippo Lombardi ha portato il saluto del Consiglio degli Svizzeri all’estero, ricordando le battaglie a favore delle organizzazioni degli Svizzeri all’estero. Tra queste la scuola è una delle migliori propagande per la Svizzera.

Dopo l’intermezzo di un balletto, e l’inizio del pranzo, altri saluti ufficiali sono stati portati dal sindaco di Cadorago Franco Pagani, dal console generale di Svizzera a Milano Massimo Baggi e dal professor Diego Erba, in rappresentanza del canton Ticino, che è il cantone di patrocinio di questa scuola (la chiusura della scuola di Genova aveva sospeso questa attività). Erba si è detto molto felice di poter garantire un sostegno a questa scuola, riallacciando i rapporti nel segno di una Svizzera che si apre verso l’estero.

Dopo un canto di benvenuto dei bambini della scuola, sono ripresi i saluti ufficiali con Dorothée Widmer, del Dipartimento federale degli Interni (Comitato Scuole svizzere all’estero) e con la direttrice della Scuola Svizzera di Milano, e quindi anche del campus di Caslino, Christina Urech. Quest’ultima ha sottolineato le prospettive di sviluppo della scuola grazie alle famiglie che escono da Milano e a quelle svizzere residenti in zona. Fin dall’inizio il numero di iscritti è stato superiore alle aspettative. 

Ignazio Bonoli

 


info@scuolasvizzera.it        www.collegamentosvizzero.it/Scuole.htm

 


DA UN'INIZIATIVA PRIVATA È NATA ECOELETTRICA CON IL PROGRAMMA “ELETTRICITÀ DAL SOLE PER TUTTI”

 

 

Fonte www.ch-ti.ch - Giovedì 8 settembre oltre 60 persone hanno seguito interessate e partecipi le relazioni del Prof. Marco Cagnotti, di Egidio Bronz e dell'Ing. Claudio Caccia.
Cagnotti ci ha fatto conoscere il sole in modo semplice e intrigante ricordandoci che, nell'ambito della ricerca scientifica, l'Irsol e la Specola Solare, entrambi situati a Locarno Monti, sono centri di ricerca all'avanguardia. Bronz ha presentato la singolare iniziativa con il progetto “elettricità dal sole per tutti”.

Caccia ha fatto conoscere l'associazione svizzera Swissolar, che promuove le energie rinnovabili con informazioni, eventi e la certificazione dei professionisti del solare.
Non è cosa di tutti i giorni che un'azienda privata si faccia promotrice di iniziative rivolte agli utenti della rete di distribuzione di energia elettrica. Ecoelettrica Bronz, membro di Swissolar, propone tre servizi specifici nel settore.
Il primo, “chiavi in mano”, per realizzare un proprio impianto fotovoltaico completo. I servizi garantiti sono: consulenza tecnica, stesura del progetto, calcolo della resa finanziaria, simulazione delle ombre di disturbo e della produzione di energia annua rimessa in rete, domande e pratiche presso Swissgrid per l'ottenimento dei sussidi federali, domanda di costruzione presso il Comune e l'Ispettorato federale e infine realizzazione completa dell'impianto solare fotovoltaico.

Con gli impianti progettati e realizzati dalla Ecoelettrica Bronz è garantita una resa sicura del capitale investito del 3% e perfino del 7% con i sussidi.
La seconda proposta è quella di dare la possibilità a tutti i cittadini, anche se residenti fuori dal nostro Cantone, di essere comproprietari di un impianto installato in qualsiasi luogo a costi contenuti e senza avere nessun onere di manutenzione...

Leggi qui    www.ch-ti.ch/index.php/comunicati-stampa/3662

 

www.ecoelettrica.ch


 

 

A BELLINZONA NASCE UNA FATA PER L'AMBIENTE

FATA Festival è una nuova associazione che ha l’obiettivo di organizzare eventi finalizzati a 

diffondere i concetti fondamentali dell’ecologia e dello sviluppo sostenibile. Lo scopo principale è 

quello di sensibilizzare il pubblico, in particolare quello giovanile, ad un uso parsimonioso delle 

risorse ed al rispetto del nostro pianeta. 

info: fatafestival@gmail.com

scarica il pdf

InvitoAssemblea Costituente Fata Festiva
Documento Adobe Acrobat 12.8 KB

PiacerEtica informa

Cosa ne dice la dott.sa Michela De Petris?

Michela De Petris, Medico chirurgo e nutrizionista all'Ospedale San Raffaele di Milano

LA DOTT.A DE PETRIS VA AL RISTORANTE... Leggi tutto a pag. 2 Ristoranti


LA MESSA  IN SCENA DELLA LUCE NON SI FERMA DI FRONTE ALLE ALPI

 

Per il suo 150° anniversario, il Club Alpino Svizzero (CAS) lascerà mettere in scena l’illuminazione di 25 delle sue capanne da un artista della luce... Leggi tutto nei COMUNICATI STAMPA 

 

 

 

 


 

Leggi tutto a pag.6 Ecopress

Dopo la trasmissione de La 7 del 12 ottobre 2012 su INQUINAMENTO LUMINOSO e OPERAZIONE CIELI BUI

 

@Mail aperta: “C’era una volta Enrico Vaime”

 

Cortese Signor Enrico Vaime,

 

 

che shock! Da un uomo intelligente e fine intellettuale quale è lei, non mi sarei mia aspettata... Leggi tutto a pag 6 Ecopress

 

UNA CASA PASSIVA, BIOECOLOGICA, CLASSE A...

SENZA VENTILAZIONE CONTROLLATA. È POSSIBILE?


di Luca Giordano, ingegnere, Lugano

Leggi tutto a pag 4 Casa sana


"HO PENSATO A UNA COSA BRUTTA... INVECE ERA SOLO UNA VEGANA"

 

Con here YES VEG ai festeggiamenti del sito www-ch-ti.ch 

La serata si è svolta nell'elegante Albergo Faido, dove Goodlyswiss il sito sostenitore dell'iniziativaYES VEG, ha raccolto qualche divertente e insolito commento tra gli astanti... Leggi tutto  apag. 6 Ecopress

 


OGGI CHIUNQUE PUÒ PERMETTERSI L’ACQUA SANITARIA RISCALDATA DAL SOLE


Grazie alle agevolazioni fiscali, ai contributi di promozione e alle spese di riscaldamento inferiori, un impianto solare si ammortizza spesso da sé. E il sole non manda bollette... Leggi tutto a pag. 4 Casa sana

 

 

Su Gheddafi

 Precisazione: citiamo "Gheddafi" nei nostri articoli qui sotto, ben sapendo che tutto è possibile, e che semmai venisse fuori fra qualche tempo che si trattava di persona diversa, il contenuto non cambierebbe, di chiunque fosse il corpo. 

 

Ancora su Gheddafi

UN RETTANGOLINO DI TROPPO.

MI PIACE? Di Annamaria Lorefice Leggi tutto a pag. 6 Ecopress

 

GHEDDAFI E LA MACELLERIA MEDIATICA. Di Nicola Colotti  Leggi tutto a pag. 6 Ecopress

www.ch-ti.ch


Intervista a Roberto Bosia 


"Desideriamo essere un supporto comunicativo per chi opera a favore del prossimo..." 

Leggi a pag. 6 Ecopress

 

11 11 2011 

All'Albergo Faido

IL GRANDE EVENTO DELLA TESTATA ON LINE 

www.ch-ti.ch 

 

Leggi in Comunicati stampa


 

 

DAGLI ADDOSSO AI GENITORI VEGANI: I MEDIA DANNO UNA MANO. NELLA DIREZIONE SBAGLIATA

Un articolo su Ticinonline parla dei pericoli dell'alimentazione vegana, riportando il "caso" di un bambino vittima di una coppia di genitori "scellerati" vegani... Leggi tutto a pag. 6 Ecopress

18 MILIONI GLI ANIMALI SALVATI DALLA VIVISEZIONE CON UN IMPEGNO CHE PARTE DAL CANTON TICINO Leggi tutto a pag.6 Ecopress

CAMBIARE? SI PUÒ. QUATTRO SPECIALISTI LO HANNO DIMOSTRATO IN UN CONVEGNO SULL'ALIMENTAZIONE A LUGANO

 

Lugano (15 ottobre 2011) - Un'ovazione ai quattro specialisti di alto livello scientifico – Massimo Tettamanti, Michela De Petris, Luciano Proietti e Luisa Mondo - che hanno conquistato il pubblico presente nell'Anfiteatro dell'Università della Svizzera Italiana. Arguti nel presentare i dati, efficaci nel fornire soluzioni chiare a quanti desiderano cambiare abitudini alimentari per il benessere del Pianeta e per il proprio... Leggi tutto a pag. 6 Ecopress

 

UNIAMOCI TUTTI CONTRO LA VIVISEZIONE

 

FIRMIAMO QUI CONTRO L'ORRORE

 

IL CASALINGO

I MASCHI DEL 2000?

SARANNO DEI PERFETTI

CASALINGHI

 

Ecopress

 

Diventare Vegan? Un facile percorso per capire il perché, ma soprattutto il COME di questa scelta! 

www.vegfacile.info/